ETERNITA’

Alla mensa dei poveri
Saziò la morte
Imboccandole i suoi sogni.

(da: Formicaio barocco – 2004)
Annunci

NELLA CHIUSA DELL’ANIMA

Nella chiusa dell’anima
s’ammucchiano le parole malfatte
dove sgorgano le acque
dell’antica procedura.

Talvolta affiorano in superficie
come talpe alla pianura
– all’improvviso
quando tardi è l’impedimento
il confutarle
con civile dibattimento.

Malati d’ossigeno
siamo schiavi del paesaggio
incatenati alla finestra dell’orizzonte.

Incapaci a scavare
in quell’intima fessura
dove il pensiero spunta
e non ha censura.

(da: Vocianti – 2010)

SILVIA

nella biblioteca dei viventi
ti ho incrociata che ridevi al mondo
o a un Dio forse

e sfogliando alla rinfusa le tue pagine
di pelle nottestellata
fra quelle pieghe lucenti
ti ho letto Eva in un verso proibito.

in uno scampolo di luce
con spine di rose
pettino la tua bellezza

come in una poesia di Majakovskij
una bufera inaspettata
un pazzo.

(da: Luminol – 2018)

L’ulteriore passo in avanti del nichilismo: Da Osip Mandel’štam, Eugenio Montale a Mario Gabriele – Appunti sul nichilismo, Dialogo tra Ernst Jünger e Martin Heidegger – Lettera postuma di Giorgio Linguaglossa all’amico poeta Ubaldo de Robertis, Lettera ad Adeodato Piazza Nicolai – Una poesia inedita di Mario Gabriele da Registro di bordo, e Ritratto di signora (2014),

via <strong>L’ulteriore passo in avanti del nichilismo: Da Osip Mandel’štam, Eugenio Montale a Mario Gabriele – Appunti sul nichilismo, Dialogo tra Ernst Jünger e Martin Heidegger – Lettera postuma di Giorgio Linguaglossa all’amico poeta Ubaldo de Robertis, Lettera ad Adeodato Piazza Nicolai – Una poesia inedita di Mario Gabriele da <em>Registro di bordo, e Ritratto di signora (2014)</em>,</strong>

STAGIONATURA

primavera

la superbia
sciogliersi dalle radici
e lo strèpito correre di bimbi
nei cortili.

*

estate

la frescura
nel vizio di un bacio
come a nasconderci
sotto le unghie
degli anni.

*

autunno

fra i rami
spogli degli alberi
anche il cielo
è una gabbia.

*

inverno

non cantano le rane.
immoti gli dèi
sotto il bianco
velo
tessuto.

(da: Luminol, Edizioni Ensemble – 2018)