In segreto

Signore – ho pena
Dei miei fratelli umani.
Ho pena dei loro acerbi convincimenti
Del loro essere nani
E vedere sé giganti.
Ho pena della loro finitudine
E del non crederci loro abbastanza.
Ho pena di me
Che troppo li somiglio.

(da: Formicaio barocco – 2004)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...