“LA LEBBRA”. Romanzo sull’Islam, di Iannozzi Giuseppe

la-lebbra_romanzo_su_islam-iannozzi-giuseppe

La lebbra – Iannozzi Giuseppe – collana narrativa – Il Foglio letterario – ISBN 9788876064548 – pagine: 150 – € 14,00

Estratto da LA LEBBRA
[…] Quand’era giù in paese un diavolo islamico gli era passato davanti bello bello con tanto di felicitazioni del kapò dei cantieri di lavoro. Martino aveva fatto domanda per un cazzo di sostegno al reddito, ma non l’avevano mai chiamato. Rosso di rabbia un mattino si era presentato in Comune per sapere il perché e il percome di quel silenzio, perché lui era sicuro che aveva diritto a un sostegno; tuttavia un impiegatuccio – buono solo a riscaldare il culo sulla sedia – gli si era sparato davanti invitandolo a levarsi di torno. Invece di raccogliere l’invito, fregandosene dell’ometto che gli berciava male parole alle spalle, riuscì a raggiungere l’ufficio del kapò. Bussò una sola volta, con il pugno chiuso, ed aprì la porta. Si trovò faccia a faccia con un tristo omarino dall’aspetto boteriano e gli occhi porcini. Era un nano o giù di lì. Per pochi centimetri di troppo non era un cazzo di nano bell’e fatto. Stringeva la mano a un maomettano con addosso una sorta di caffetano bianco, che fissava il crocifisso appeso sopra la testa del kapò. Accortosi dello sguardo fisso del diavolo islamico, il kapò subito si era prodotto in scuse e giustificazioni: “Oh, quello! L’ho sempre detto che bisognerebbe levarlo. Siamo in Italia, in un paese libero…”. Il maomettano non pareva convinto, nonostante il nano fosse scoppiato in una risata nel vano tentativo di smorzare l’imbarazzo. Solo dopo un minuto buono quel cazzo di nano si era accorto che nell’ufficio aveva fatto irruzione una terza persona. Martino fissava ora il maomettano ora il kapò incapace di dire chi dei due fosse più sporco. Il nano infine gli chiese cosa volesse. “Quello che hai dato a lui”, gli sputò in faccia Martino. “Lo stesso trattamento”. “Non è con me che deve parlare… ma lei ce l’ha un appuntamento?”. Aveva dunque preso ad agitarsi tutto, manco avesse la sindrome di Tourette. Subito accorsero delle donne, il personale addetto alle pulizie. Non era loro che il kapò desiderava, non per costringere Martino a levarsi dalle palle. Il nano sbraitò. […]

Iannozzi Giuseppe – classe 1972 – scrittore, giornalista e critico letterario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...