Viorel Boldiş

10906250_10205648202315320_8666106564971206660_n Viorel Boldiş, nato a Oradea, nel nord ovest della Transilvania, in Romania, vive e lavora in Italia dal 1995.

Autore di racconti e poesie, ha vinto numerosi premi letterari, fra i quali: Culture a confronto (Brescia 2000 e 2003); Premio Eks&Tra (2005); Penna Nera (2006); finalistaPremio Tindari Patti (2009); Menzione particolare Premio Nosside (2009). Sue poesie sono state pubblicate in varie antologie e riviste.

Ha pubblicato: Da solo nella fossa comune (Gedit Edizioni, 2006); Amir (Sinnos, 2009); Rap…sodie migranti (Centro Studi Tindari Patti, 2009); Il fazzoletto bianco (TopiPittori, 2010); 150 grammi di poesia d’amore (Rediviva Edizioni Milano, 2013). Partecipa a vari seminari sulla letteratura migrante.

*

PREGHIERA

Amore nostro che sei nei cieli,
dai luce alla mia ombra
in questa notte smisurata…
Ed è giunto all’improvviso,
inaspettatamente,
l’amore tuo come un sole.

Amore nostro che sei nei cieli,
dai voce al mio silenzio
nell’ammutolito ventre…
Ed è giunto all’improvviso,
inaspettatamente,
l’amore tuo come un canto.

Amore nostro che sei nei cieli,
assolvi la mia vita
e rallegrI il mio pensiero…
Ed è giunto all’improvviso,
inaspettatamente,
il tuo vivo amore.

(Inedito)

CONFESSIONE

Il mio armadio è vuoto.
Gli scheletri che là giacevano
Li ho raccolti tutti nelle mie poesie.

(Inedito)

IDENTITA’

Pesanti e antiche le mie cattedrali,
Inebriante l’eco delle loro campane,
Strani ritmi, strane voci ancestrali,
Ricordano le terre lontane.

Ed ecco il centro dell’atomo che sono,
Il verbo finito in un angolo acuto
Girando intorno al vostro perdono;
Rimango per sempre assai sconosciuto.

Chi sono quelli che bussano alla porta
E vogliono scoprire il mio mistero?
Seppellendo i nomi divento una sorta
Di rovina, uno strano e antico cimitero.

Qui, dentro il petto, ci sono i parenti,
Negli occhi, le tombe delle mie amanti,
In bocca, nelle fosse al posto dei denti
Giacciono le mummie dei poveri santi.

Alla mattina si chiudono i cancelli,
Il mondo dei sogni svanisce tra i binari,
Ma io resto lì, da solo nei castelli
E nelle cattedrali antiche dei templari.

(da Da solo nella fossa comune, Gedit Edizioni Bologna 2006)

IL MIO NOME

In un angolo,
ritirati nella loro realtà
i poeti mettono
punti e virgole,
dando un nome
a tutte le cose.
E poi li chiamano
una per una
e queste rispondono
alzando una mano,
o un’ala, o un ramo.
«Chi sei tu?»
mi chiesero loro
all’improvviso
mentre cercavo di passare
in punta di piedi.
«Non lo so» risposi
e loro mi chiamarono
fuoco e acqua e luce…
e aria… vento, tempesta…
anima e materia,
tutta la ricchezza del mondo
e la miseria.
«Chi sei tu?»
mi chiesero loro un’altra volta,
ma io non c’ero più!

(da Da solo nella fossa comune, Gedit Edizioni Bologna 2006)

HOMO MIGRANS

mi sposto da un paese all’altro
come il vento
senza chiedere il permesso
non è facile e spesso
mi soffoca il lamento
mi stringe la gola
e taglia il respiro
ma io non mi fermo giro
intorno alle cose
scrivo le mie poesie
magnifiche schifose
ehi tu marie
perdona le mie eresie
e tutte le stronzate
del poeta plebeo
che si ricorda ancora
le ragazze spogliate
nella palestra del liceo
sono vecchio ormai
e non mi sposto più
può darsi chiederò
la cittadinanza
ho tutti i diritti
ho anche una pagina
su «letterranza»
e ogni tanto si parla di me
come poeta migrante
e mi chiedo
cazzo se mi fermo
tutto finirà in un istante?

(da Rap… sodie migranti, Centro Studi «Tindari Patti» Patti 2009)

CON OGNI POESIA

Io muoio
con ogni poesia
un po’ di più,
con ogni lacrima
al posto di un punto
mi avvicino al Verbo,
agli Inizi.
Cammino
tra parole e indizi,
defunto
segno di domanda
di questo mondo
futile, acerbo.
Io muoio
con ogni poesia
un po’ di più,
con ogni verso
finito sulla croce,
però,
rinasco ancora
quando tu
mi leggi la sera
sottovoce.

(da 150 grammi di poesia d’amore, Rediviva Edizioni Milano 2013)


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...