Sulla parola

La parola è impotente… lo hanno asserito in tanti, da Ungaretti a Caproni, per quest’ultimo essa è addirittura una mistificatrice della realtà. Va da sé, che è anche l’unico “mezzo” che possediamo per confrontarci con i nostri simili e tentare di costruire il mondo.
Anche la poesia fa uso di parole, ma la parola poetica, diversamente dalle altre, ha una genesi e un fine che la rendono straordinaria, in quanto la parola poetica non dice, e non deve dire, aggiungo io con fermezza. Nella sua indeterminatezza sta la sua forza, e le coscienze, proprio per questo, in ogni tempo ne sono misteriosamente scosse come fa il vento con le spighe di grano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...