NOTTURNO

In questa notte occidentale
il capo mi china ossequiosa
una nostalgia di te
che mi rapisce il sonno.

Nel deserto delle ore
m’avvio con la carovana dei miei versi
che lentamente colmano la distanza
dal mio margine sfilacciato
alla tua fiumana.

Sbirciando dai vetri
curiosa s’attarda con me la luna – distratta
non scorge il sole levàtosi
dall’impronta sul tuo cuscino.

(da: Vocianti – 2010)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...