LEGGEVI STĂNESCU

In un atrio d’aspetto
al mio fianco leggevi Stănescu.

Ascoltandoti
consumavo con lo sguardo
lo spazio circostante
inseguendo la tua voce
che ora correva
ora incespicava
fra i soldati… gli amori…
le foglie e le preghiere
– addomesticandoli
al mio vocabolario.

E come il compiersi di un’opera
al suo segreto scopo
con celata carità
verso dopo verso
mi traducevi della vita
il vizio inconfessato.

(Braşov, 21 agosto 2009)

da: Vocianti – 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...