DIMMI AMORE COME TI CHIAMI?

Questo troppo cuore che mi sboccia
– Che torna a sentire la primavera
E lungo il sentiero trova del mosaico
La tessera mancante – non comprendo.
                        Dimmi amore come ti chiami?

Con la sera si traveste da buffone
Divertendo l’umanità della strada
E i colori dell’arcobaleno si mescolano
Alla stanchezza d’ogni animale.
                        Dimmi amore come ti chiami?

Ruggendo alle catene degli anni
Si è fatto marinaio capace
E spiegando al vento le malconce vele
La rotta mi segna il fuoco e il sogno.
                        Dimmi amore come ti chiami?

È tuti i nomi il nome che chiedi.

(da: Formicaio barocco – 2004)

Annunci

3 pensieri riguardo “DIMMI AMORE COME TI CHIAMI?”

  1. Caro Giovanni, anche se ultimamente ci scriviamo poco ho notato con sommo piacere che hai rifatto l’abbonamento al blog dei Miagolatori. Sei stato uno dei pochi, attualmente ho 6 abbonamenti su 60 ex-abbonati.
    Il tuo poema è bellissimo. Mi piace tanto. “Che torna a sentire la primavera” mi evoca una canzone oggi dimenticata di Francesco Calabrese, “Rosa Rò”.
    “Con la sera si traveste da buffone” invece mi evoca Marco Incardona, il nostro amico Marco, nel suo romanzo “Qualcosa era successo a Sant’Ambrogio”, quando parla dei nostri “miagolii” (da “buffoni”…) per le strade di Fiirenze.
    Grazie Giovanni per la tua poeticità. Grazie di cuore.
    Olivier e il blog dei Miagolatori.

    Mi piace

    1. Ciao Olivier caro, …non potevo non ri-aderire al al blog dei Miaolatori. Vedrai che un po’ alla volta, se non tutti, qualcun altro si abbonerà! Grazie davvero per i tuoi sempre puntuali giudizi lusinghieri sui miei testi.
      Con Marco ci vediamo spesso (come abbiamo fatto venerdi scorso) per un caffè e chiacchierare di letteratura e poesia… ovviamente aspettando te al più presto, per deliziarci delle tue “parole”.
      Un saluto affettuoso. A presto,
      Giovanni

      Mi piace

      1. Caro Giovanni, sono abbastanza conosciuto per la mia talvolta aspra schiettezza. Marco, che mi conosce bene e dal 2001, te lo potrà dire. Non ho mai fatto un complimento insincero. Se ce la faccio, ma non è detto, vengo più che volentieri a bere un caffè con voi. Penso e spero che il mio libro, “Le ragazze del Jazz club”, di cui ti ho già mandato una fotografia della copertina, ti possa piacere. Fai parte, pagina 64, delle persone a cui ho intestato il libro. Un abbraccio.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...