SI STA FACENDO SCURO

si sta facendo scuro
su questo vecchio continente

i fiumi straripano
la fiamma non riconosce la legna
e il coltello non taglia il pane

accendiamo la luce!

di là della siepe
mi pare una calca d’ombre
fradicie di guerra

lamentano una tavola
e dei pastelli

in braccio
hanno piccole ombre tristi
da colorare.

accendiamo la luce!

 

 

LA SCIMMIA QUERULA

Non c’è destino che non si vinca con il disprezzo
(Albert Camus)

 

La tessitura della carne
me pure avviluppa  – uomo –
in sostanza di creatura.
Sentirti rinnegare la comunanza di quel seme
è una stortura.

Ti credi compiuto.
Esatto  – fra i viventi –  nella condotta.
Ma l’animalità ti addita
dal primo caino che scagliò
come marchio di specie
la dolorosa pietra.

Altra la mia  costumanza.

Io non vesto panni
né conosco letteratura o scienza
ma intendere le tue parole
molto m’indigna
e biasimo la tua vergogna
per il cammino condiviso
fino al bivio che ci separò
dopo mille sonni.